Nba

La diplomazia dei canestri che riavvicina Usa e Cuba

Antilla

 

In apparenza è solo un canestro malandato in riva al mare. Sembra soltanto un campetto dimenticato dalle parti della ferrovia, ricostruito con buona volontà e una certa dose di ingegno per via di quella curiosa protesi per il minibasket agganciata sul simulacro di un tabellone che non c’è più. Continua a leggere

Il miglior basket di sempre

Campo del patronato del Sacro Cuore, Mestre - Venezia

 

Forse era il primo sciopero.  La memoria non aiuta a ricordarne i motivi, ma non è detto che allora ce ne fossero. In ogni caso si sarebbe trattato di un più che legittimo tentativo di fuga dall’asfissiante prof di “tutte-le-materie-a-parte-matematica-e-inglese”, ovvero l’insegnante che al ginnasio in una settimana vedevi tanto quanto un componente del tuo nucleo familiare ristretto. Una delle peggiori perfidie inventate dal sistema scolastico italiano.

Fuori dai cancelli del liceo, quelli più grandi hanno già preso da un pezzo la strada di qualche bar, per giocare a stecca, o del parco. Noi ginnasiali del primo anno ci tratteniamo un po’ di più, non ancora avvezzi a consumare rapidamente i sensi di colpa della mancata entrata in aula. Per fortuna il Rizzo, ripetente non pentito – e per questo – riferimento morale dell’esigua componente maschile della classe, rompe gli indugi e tra le differenti proposte di assenza ci infila dentro anche un tre contro tre su qualche campo dei dintorni. Continua a leggere